attrazione internet

ANSA, Ultimo aggiornamento: 21/02/2010

Attrazione Internet, anziani alla riscossa

Colpo di fulmine per pc: web per leggere giornali e videochiamare

Attrazione Internet, anziani alla riscossa

ANSA

 

(Di Manuela Correra)
Andare a fare la spesa, e il disagio maggiore sono le pesanti confezioni d’acqua da trasportare fino a casa … a meno che le si ordini al supermercato via Internet. Leggere i giornali, ma i caratteri sono spesso troppi piccoli … no, se si legge il quotidiano collegandosi alla rete. Telefonare ai figli, ma il telefono costa … e’ pero’ gratis se si usa Skype, e ci si puo’ anche vedere. Motivazioni di vita quotidiana, e tanto basta per spiegare un colpo di fulmine inaspettato: quello tra gli over-60 e le nuove tecnologie, pc e internet in testa. Una vera e propria ‘riscossa’ che vede protagonisti i ‘capelli bianchi’ della penisola : in quattro anni, dal 2005 al 2009, proprio la fascia di eta’ 60-74 anni e oltre ha infatti fatto registrare la percentuale maggiore di incremento nell’utilizzo di nuove tecnologie e pc rispetto al resto della popolazione, con una media del +80% circa di utilizzatori. Il dato, in verita’ un po’ in sordina, e’ stato portato a galla dall’Istat, ma le aziende sembrano aver gia’ fiutato il nuovo, promettente Business ed e’ cominciata la corsa per la messa a punto di sistemi e pc sempre piu’ ‘a misura d’anziano’. Certo, rispetto alla fasce d’eta’ piu’ giovani, gli anziani restano tra i minori utilizzatori e possessori di nuove tecnologie ma, considerando il sempre crescente invecchiamento della popolazione, il trend di aumento per uso di pc e internet tra gli over-60 e’ sicuramente un dato da non sottovalutare.

E le statistiche Istat piu’ recenti lo dicono chiaramente: l’uso del pc tra gli anziani tra 60 e 64 anni e’ passato dal 13,8% del 2005 al 25% nel 2009 e dal 5,5% al 9,9% per la fascia 65-74 anni. E nello stesso arco temporale l’uso di internet e’ ‘schizzato’ dal 10,8% al 22,8% per i 60-64enni e dal 3,9% all’8,5% per i 65-74enni. Proprio tra gli anziani, in soli quattro anni, cioe’, si e’ registrato il maggiore incremento per uso di nuove tecnologie: “Per la fascia 60-64 anni – precisa la ricercatrice Istat Miria Savioli – gli utilizzatori del pc hanno infatti segnato un aumento di ben l’81%, ovvero l’incremento maggiore tra tutte le fasce d’eta’”. Le ragioni sono varie: esigenze pratiche legate alla quotidianita’, appunto, ma anche, commenta Savioli, “il fatto che si avvicina all’eta’ anziana una quota sempre maggiore di soggetti a piu’ elevato grado di istruzione”.

E poi a pesare e’ anche la diffusione stessa delle nuove tecnologie nelle famiglie: il 79% delle famiglie italiane con almeno un minore possiede un pc ed i nonni, il piu’ delle volte, imparano con i nipoti. Ma non mancano gli ‘studenti’ veri e propri: nel 2009 ha partecipato a corsi per l’uso del pc il 43,4% dei 60-64enni e il 32,7% dei 65-74enni (la percentuale maggiore, 47,2%, si registra invece nella fascia 20-24 anni) e sono numerosi i corsi avviati da Regioni e Comuni e rivolti proprio ai piu’ anziani. Che ‘l’amore’ sia scoppiato, insomma, non c’e’ dubbio. Ma cosa fanno gli anziani al computer? Inviano e ricevono mail (78% tra 60-64enni; 75% tra 65-74enni; 69,5% tra over 75); cercano informazioni su merci e servizi (per le tre fasce d’eta’ rispettivamente il 66%, il 62% e il 54%); consultano internet per apprendere (64,8%, 64,4%, 65,9%). Ma il colpo di fulmine per il web e’ scattato anche per leggere o scaricare giornali (51,2%, 47,9%, 50,8%), per cercare informazioni sanitarie (47,5%, 42,1%, 44,5%) e per telefonare via internet (13,1%, 16,4%) o effettuare video-chiamate (11%, 11,6%). Ed i ‘capelli bianchi’ sempre piu’ all’avanguardia usano internet pure per ordinare o comprare merci e servizi: il 22,2% dei 60-64enni e il 15,4% dei 65-74eni. E , vista la ‘riscossa’, non c’e’ da meravigliarsi se gli acquisti riguardano soprattutto viaggi e vacanze (43,3% per i 60-64enni e 30,7% per i 65-74enni) e attrezzature elettroniche come macchine fotografiche e videocamere (18,7% e 17,5%).

ANZIANI NUOVO MERCATO, DA AZIENDE PC AD HOC – Sempre piu’ anziani over-60 si avvicinano alle nuove tecnologie e le aziende iniziano a ‘fiutare’ le potenzialita’ di un mercato inedito: nascono software e sistemi semplificati e arrivano in commercio i primi pc a ‘misura di anziano’.

- PC SEMPLICE CON PROGRAMMA ELDY, GIA’ 200MILA INSTALLAZIONI: Il programma Eldy e’ stato messo a punto dall’associazione onlus Eldy ed e’ indirizzato agli utenti anziani: e’ un software applicabile a tutti i tipi di pc che permette di utilizzare il computer in maniera facilitata ed intuitiva. Il desktop, spiega la presidente della onlus Anna Maria Bianco, viene semplificato in sei bottoni e tutte le indicazioni sono in italiano: i bottoni portano in modo intuitivo all’uso di mail, internet, chat, documenti, videochiamate, vide-collegamento a tv e foto. Il software e’ scaricabile gratuitamente dal sito www.eldy.org ed ha ricevuto un riconoscimento europeo. Ad oggi, dal 2008, rileva Bianco, sono state effettuate 200.000 installazioni. L’associazione ha stretto delle collaborazioni anche con alcune Regioni: la Regione Lombardia ad esempio, ha affermato Bianco, “distribuira’ un milione di cd con il programma Eldy ed un primo lotto e’ stato gia’ distribuito in allegato ad alcuni quotidiani”.

- DA AZIENDE PRIMI PC PER ‘CAPELLI BIANCHI’ SUL MERCATO: Anche le aziende cominciano ad interessarsi alla fascia di mercato della popolazione anziana, producendo e mettendo sul mercato pc ad hoc. L’azienda italiana Vegan Solutions, ad esempio, spiega Bianco, “ha gia’ messo sul mercato un pc con il programma Eldy in versione semplificata per gli anziani, e lo stesso ha fatto l’azienda informatica britannica Simplicity, ma si tratta di un mercato in crescita”.

  1. Laura
    22 Febbraio 2010 a 20:59 | #1

    sarà pure vero e non lo discuto, però devo dire che forse non si valuta una cosa.
    I vecchietti che usano internet, secondo me, non sono in realtà nuovi utenti, ma semplicemente gli ex cinquantenni che diventano poi sessantenni che diventano settantenni.
    Credo insomma che non siano, nella maggioranza dei casi, nuovi navigatori.
    E’ una questione di elasticità mentale, o hai avuto modo di avvicinarti in età più giovane o non ce la fai.
    Lo vedo al lavoro, dove mi ritrovo a dover spiegare l’utilizzo di outlook alla titolare (74 anni) ed alla sorella (67 anni).
    Nonostante abbia fatto vedere loro decine e decine di volte le stesse funzioni, continuano a chiedermi sempre le stesse cose… sarò anche una pessima insegnante, ma vi posso garantire che dò spiegazioni a prova di tonto…

Codice di sicurezza: