Home > Argomenti vari > Buon 2013

Buon 2013

31 Dicembre 2012

Sta per finire un altro anno e sicuramente non è stato fra i migliori. Si gira  pagina, nella speranza di un 2013  pieno di novità positive (lasciatemi sognare).

 

La parole fine sembra una condanna. La fine del mondo  preannunciata dai Maya non è arrivata,  ma per coloro che hanno temuto e respirato quell’ultimo “attimo di vita” sì,   è arrivata …  e questa è,  in un certo senso, la fine del mondo: “La morte della vita, la disperazione che uccide il futuro e l’incapacità a sognare”.

Tutto il resto , l’eventuale dopo, la vita eterna, è per tutti solo un’ipotesi, una possibilità. Per l’ateo solo un illusione, per chi crede una certezza, per me, eterna dubbiosa, una possibilità piena di “se” di “ma” e di “chissà”.

Per alcune cose invece si  è davvero arrivato qualcosa che assomiglia alla fine.

In troppi si vive nel disinteresse generale e solo per il proprio tornaconto e questo vale soprattutto per i nostri politici, per i “ricchi” affamati di potere che senza scrupoli non rinunciano a nulla e dispongono della vita altrui alimentando guerre e seminando miseria ovunque.
Gli unici che hanno rinunciato a qualcosa (perchè hanno dovuto) sono gli operai, e l’unica goccia di sudore appartiene a coloro che stentano ad arrivare a fine mese,  o a coloro che hanno rinunciato a lottare ponendo la parola fine alla loro esistenza.
“Loro”,  la classe politica, i potenti di ogni schieramento, ormai tutti uguali nel loro modo di porsi,  si dicono preoccupati per le sorti  del popolo, ma continuano più o meno indistintamente, a farsi il proprio interesse.
Si gira pagina sperando che tutto questo possa cambiare e che un mondo migliore non rimanga solo un sogno destinato a frantumarsi nella dura realtà quotidiana.

Non voglio augurare la luna, o un anno strepitoso perché sappiamo tutti che non sarà così e non voglio prendere in giro nessuno, ma auguro  a tutti un anno pieno di forza e determinazione, il coraggio di lottare e tanta tanta serenità nel cuore e nell’animo.

Auguro a tutti di vivere un 2013 nella speranza di un futuro per l’umanità. Perché che ci piaccia o no stiamo affondando tutti.

Un Abbraccio e Un Sereno 2013 a tutti.

  1. 11 Gennaio 2013 a 18:20 | #1

    @ignazio616
    grazie, ricambio anche se in ritardo, grazie anche per la visita

  2. cla
    1 Gennaio 2013 a 11:49 | #2

    Ciao raga!
    Vi auguro gioia e benessere senza confini e corde dell’anima vibranti per il piacere di vivere!
    ———————————————————————————————————————
    Ammetto che in questo momento mi manca il tempo per leggere i lunghi post.
    Non tardero’……………..

    Buon proseguimento e a prestissimo, amici!!!!!

  3. 31 Dicembre 2012 a 19:26 | #3

    Auguri di Buon Anno anche a voi! Albixpoeti

  4. Luna Rossa
    31 Dicembre 2012 a 18:40 | #4

    vi copio un post di un amico… troppo divertente, sia lui che il post… tanto per ridere :) )))

    Fatevi anche voi l’Agenda 2013:

    La mia “Agenda” in parte scherzosa in parte seria…l’aggiornerò nel tempo

    Punto 1

    Rilanciare la ricerca ottimizzando al meglio i fondi a disposizione: saranno autorizzati test farmaceutici e di vivisezione, esclusivamente su deputati e senatori inquisiti o con condanne definitive

    Punto 2

    Obbligare il sig. Marchionne ad acquistare una Wolkswagen Golf, costringerlo a smontarla per fargli finalmente capire come si deve costruire un’auto bella e funzionale

    Punto 3

    Sequestro di tutti gli utili del gruppo Fiat degli ultimi 50 anni a copertura dei danni arrecati al paese con la politica del chiagne e fotte

    Punto 4

    Vitalizio mensile di euro 3000 da parte del Cav. Berlusconi a tutte le donne italiane disoccupate esodate e pensionate, perché comunque basta il pensiero e un pensierino lui senz’altro deve averlo fatto su tutte. Valgono anche i pensieri fatti tanti, tanti anni fa quando le pensionate avevano i calzettoni bianchi.

    Punto 5

    Riqualificazione delle miniere dell’intero territorio nazionale con forzoso utilizzo di volontariato scelto. Chiunque abbia partecipato ad attività di governo negli ultimi 30 anni, sarà integrato nelle prime squadre di estrazione. La quota di iscrizione obbligatoria, sarà proporzionata al tenore di vita dei volontari stessi.

    Punto 6

    Completamento della linea ad alta velocità mediante utilizzo di manodopera fornita direttamente dai gruppi parlamentari favorevoli. I lavori, per non recare disturbo alle popolazioni locali, dovranno svolgersi unicamente durante le giornate di pioggia o forti nevicate, rigorosamente a mani nude e con il solo ausilio di palette eco-compatibili. Il termine dei lavori è strettamente collegato alla capacità di sopravvivenza di suddetta manovalanza.

    Punto 7

    Allargamento del fronte pensionistico a tutta la classe politica italiana. Dal febbraio 2013 tutti i parlamentari dovranno dimostrare di aver lavorato in qualche azienda o fabbrica per almeno 25 anni e aver versato 42 anni di contributi per poter ottenere il diritto di presentare regolare domanda di pensione che verrà erogata al compimento del settantacinquesimo anno d’età. Detto parametro è stato calcolato sull’aspettativa di vita del senatore Andreotti.

    Punto 8

    Imposizione di una tassa dell’80% sulla ricchezza ottenuta attraverso la produzione di beni delocalizzati. Tale percentuale viene calcolata prendendo come campione di riferimento, la differenza tra il costo di produzione di una borsetta fabbricata in Cina e il suo prezzo di vendita in via Della Spiga a Milano.

    Punto 9

    Abolizione di ogni forma di nepotismo politico, cattedratico e aziendale

    Punto 10

    Ogni pensionato con reddito superiore ai 1800 euro mensili che verrà scoperto ad esercitare attività professionali remunerate, dovrà devolvere, con il persistere di suddetta attività, la propria pensione al fondo Giovani Senza Aspettative.

    Punto 11

    Riconvertire le vecchie strutture industriali e le palazzine sfitte al recupero professionale ed umano dei carcerati. Suddette strutture dovranno essere trasformate in scuole, alloggi e sedi di avviamento professionale. Il lavoro prodotto dovrà essere retribuito e tassato secondo logici criteri di giustizia sociale. Parte dei contributi verranno regolarmente conteggiati come fondo pensione. I parlamentari quando arriveranno soggiorneranno però a S.Vittore

    Punto 12

    Pensionamento immediato di tutti i baroni universitari e rivitalizzazione del corpo insegnanti attraverso inserimento graduale di meritevoli e giovani forze, è gradito lo spinello in aula.

    Punto 13

    Riduzione del 50% dei parlamentari e dei senatori, abbattimento del 50% dei loro emolumenti ed eventuale abbattimento di eventuali soggetti che manifestino ostilità e resistenza.

    Punto 14

    Creazione Banca Statale avente funzione non speculativa. Tale ente dovrà supportare iniziative private individuali o di piccole imprese ed erogherà prestiti ad interessi favorevoli e con lunghe dilazioni. Ho già pronta la mia domanda.

    Punto 15

    Recupero attraverso indagini internazionali della Guardia di Finanza dei capitali esportati e loro tassazione al rientro del 70%. Tali somme verranno reinvestite nel sociale. Azzo, domani devo ricordarmi di passare da Lugano…

    Punto 16

    Tetto massimo stipendi ai manager grandi gruppi. In caso di risultati negativi, licenziamento in tronco e restituzione in percentuale delle perdite subite attraverso prelievo forzoso sulle liquidazioni. Lo so, con le bestie che abbiamo in circolazione saremo costretti a fare delle cooperative

    Punto 17

    Rieducazione forzata del prof. Monti, detto soggetto dovrà mettersi quattro ore al giorno davanti ad uno specchio ripetendo: io non ho fatto niente di buono che possa farmi sentire un apostolo…io non ho fatto niente di buono che possa farmi sentire come il celeste.

    Punto 18

    Costringere la signora Fornero a piangere giorno e notte per la fame ed il freddo.

    Punto 19

    Costringere La Russa a girare con la camicia rossa e fargli fare volontariato nella cucina del Leoncavallo

    Punto 20

    Non pubblicare più libri di Bruno Vespa, forzarlo ad assunzione farmaci contro l’eccessiva salivazione.

    Punto 21

    Obbligare Silvio a tre settimane bianche a gennaio in una dacia senza stufa in Siberia.

    Farlo rientrare se si dichiara di sinistra ma non rianimare.

    Punto 22

    Dire a Bersani che a furia di smacchiare a destra e a manca, soprattutto a manca, s’è stinto anche quel poco di rosso che lo rendeva quasi credibile

I commenti sono chiusi.